Come usare l’ammorbidente in una lavatrice senza dosatore

Questo articolo vi spiega come utilizzare l’ammorbidente in una lavatrice senza dispenser.

Gli ammorbidenti sono uno degli agenti per il bucato più comunemente utilizzati per la pulizia dei capi. In genere, vengono applicati alla biancheria sporca per eliminare le pieghe e l’elettricità statica. Inoltre, gli ammorbidenti rendono i capi più profumati e più morbidi.

Sono fatti di olio e potrebbero macchiare i capi che sono destinati ad ammorbidire se l’ammorbidente non viene aggiunto correttamente e nella giusta quantità.

Nelle lavatrici moderne, gli ammorbidenti vengono applicati al bucato attraverso un distributore di ammorbidente.

Una quantità misurata di ammorbidente viene versata nel vano del dispenser della lavatrice. Il dispenser, a sua volta, rilascia automaticamente l’ammorbidente in modo sicuro durante il ciclo di risciacquo.

In alcune lavatrici, l’ammorbidente viene erogato nel bucato a causa dell’azione di rotazione del tamburo di lavaggio durante il ciclo di risciacquo. Gli ammorbidenti si accumulano sempre nel dispenser della lavatrice. Per questo motivo, il dispenser deve essere pulito frequentemente.

Alcune lavatrici non sono dotate di erogatori di ammorbidente. Ci si chiede come sia possibile aggiungere ammorbidenti al bucato utilizzando queste macchine.

C’è un modo per farlo per le lavatrici a carica dall’alto, e ci arriveremo tra poco.

Utilizzo dell’ammorbidente in una macchina con dispenser di ammorbidente

Esistono lavatrici dotate di un dosatore di ammorbidente e di un’impostazione che consente di erogare l’ammorbidente. Questa impostazione è solitamente chiamata “risciacquo profondo” o “risciacquo potente”.

  • In queste lavatrici, la macchina completa prima il ciclo di lavaggio e scarica l’acqua di quel ciclo. Quindi passa a un ciclo di centrifuga in cui l’ammorbidente viene rilasciato attraverso l’erogatore.
  • Al termine della centrifuga, inizia un ciclo di risciacquo e riempie d’acqua la vasca di lavaggio. In questo ciclo di risciacquo, l’ammorbidente viene diluito e distribuito tra i capi.
  • Una volta completato il ciclo di risciacquo, l’acqua viene scaricata. Viene eseguito un altro ciclo di centrifuga per rimuovere l’acqua dai capi.

È interessante vedere come il dispenser eroghi automaticamente l’ammorbidente al momento giusto. Si pensa che non sia possibile applicare l’ammorbidente ai vestiti se la lavatrice non dispone di un dispenser. Tuttavia, non è così.

  • L’ammorbidente può comunque essere utilizzato se il modello di lavatrice non dispone di un dispenser ma ha un’opzione ammorbidente nelle sue impostazioni. In questo caso, l’ammorbidente dovrà essere aggiunto manualmente durante il ciclo di risciacquo.

Questo, tuttavia, è più adatto alle lavatrici a carica dall’alto. E se la vostra macchina non ha un dispenser per l’ammorbidente e nemmeno un’opzione di impostazione dell’ammorbidente? Vi mostriamo come inserire l’ammorbidente nel bucato in questi casi.

Aggiunta dell’ammorbidente senza dispenser

  • Per le lavatrici a carica dall’alto, è possibile aggiungere manualmente gli ammorbidenti. Tuttavia, è necessario farlo con attenzione.
  • È necessario sapere quando e come aggiungere l’ammorbidente. L’ammorbidente deve essere aggiunto durante il ciclo di risciacquo del bucato. Se si aggiunge l’ammorbidente durante il ciclo di lavaggio, l’ammorbidente viene lavato via.
  • Aspettate quindi che il ciclo di lavaggio sia terminato. Dopodiché, aprite la lavatrice a carica dall’alto per applicare l’ammorbidente.
  • In alcuni modelli, quando il coperchio viene aperto in questo modo, il ciclo si interrompe come precauzione di sicurezza finché il coperchio non viene richiuso.
  • Versare la giusta quantità di ammorbidente in una tazza. È indispensabile utilizzare l’esatta quantità richiesta. Una quantità eccessiva di ammorbidente potrebbe macchiare i vestiti.
  • Inoltre, poiché gli ammorbidenti possono macchiare i vestiti, è necessario versarli in sacche d’acqua nella vasca di lavaggio. È importante. Dopo aver applicato l’ammorbidente, lasciate che il ciclo di risciacquo proceda normalmente.

Utilizzo della pallina Downy

La palla Downy è un prodotto innovativo di Downy che consente di applicare l’ammorbidente al bucato nelle lavatrici a carica dall’alto.

  • Potreste prendere in considerazione l’acquisto di uno di questi modelli se avete una lavatrice a carica dall’alto che non è dotata di un dispenser per l’ammorbidente.
  • Per utilizzare la palla di piumino, versare l’esatta quantità di ammorbidente richiesta nella palla di piumino. Successivamente, tirare l’anello in cima alla pallina di piumino.
  • Quando lo si tira, il coperchio della palla si chiude. A questo punto si può gettare la pallina di piumino nella vasca di lavaggio prima dell’inizio del ciclo di lavaggio.
  • L’ammorbidente non viene rilasciato durante il ciclo di lavaggio. Piuttosto, quando la vasca gira rapidamente durante il ciclo di risciacquo, il coperchio della palla di piumino si apre. A sua volta, l’ammorbidente viene rilasciato automaticamente nel bucato.

Altre alternative che possono essere utilizzate al posto degli ammorbidenti

L’essenza degli ammorbidenti è quella di ammorbidire il bucato, rimuovere l’elettricità statica e rendere i capi lisci dopo averli lavati. Tuttavia, gli ammorbidenti non sono gli unici agenti che si possono utilizzare per ottenere questi risultati.

  • Nel caso in cui non abbiate un dispenser di ammorbidente o non ne abbiate affatto, quali altre opzioni potete esplorare per lisciare i vostri capi? Eccone alcune.

Foglietti per asciugatura

  • Le lenzuola per asciugare possono sicuramente sostituire gli ammorbidenti. I fogli per l’asciugatura servono principalmente a eliminare l’elettricità statica quando i vestiti vengono asciugati nell’asciugatrice.
  • Questi fogli sono rivestiti di acido stearico. Quando si mettono i fogli nell’asciugatrice, il rivestimento di acido stearico si scioglie e finisce nei vestiti. Se da un lato questo avviene per eliminare l’elettricità statica, dall’altro finisce per ammorbidire i capi.
  • Per usare i foglietti per asciugare, metteteli in cima al bucato quando è inserito nell’asciugatrice. Utilizzate un numero moderato di foglietti, perché un numero eccessivo di foglietti potrebbe macchiare i vestiti a causa dell’acido stearico. Questo è un aspetto che non si desidera.

Aceto bianco

  • L’aceto bianco è stato utilizzato per ammorbidire i vestiti e ha dimostrato una certa efficacia. È abbastanza buono da essere considerato un sostituto dei normali ammorbidenti.
  • Tuttavia, non è stato dimostrato che l’aceto bianco sia in grado di eliminare efficacemente l’elettricità statica.
  • Per usare l’aceto bianco come ammorbidente, aggiungetelo ai vestiti esattamente come fareste con gli ammorbidenti.
  • Riempite la vasca con acqua e poi aggiungete l’aceto bianco al ciclo di risciacquo. L’aggiunta a questo punto riduce il rischio di sbiancamento e riduce le possibilità che il bucato esca con quell’odore di aceto che non piace a nessuno.

Palline per l’asciugatura

Le palline per l’asciugatura, come i fogli per l’asciugatura, sono molto efficaci per eliminare l’elettricità statica dal bucato. Sfortunatamente, non sono efficaci come gli ammorbidenti per ammorbidire i vestiti. Tuttavia, il loro effetto sui vestiti può indurre un certo grado di ammorbidimento degli stessi.

  • Come palline per l’asciugatrice si possono usare quelle di alluminio, arrotolate fino a raggiungere uno spessore di tre centimetri. Una volta fatte, basta gettarle nell’asciugatrice. Le palline per l’asciugatura in lana, tuttavia, sono più popolari. Possono essere acquistate in molti negozi al dettaglio.
  • Le sfere dell’essiccatore assorbono il calore dall’essiccatore stesso durante il processo di essiccazione. Già questo migliora l’efficienza dell’asciugatura. Queste sfere riscaldate separano i capi umidi nell’asciugatrice, che normalmente si attaccano tra loro durante il processo di asciugatura a causa della loro umidità.
  • Queste palline, agitando contro le fibre degli indumenti, tendono ad ammorbidirli in buona misura e a eliminare l’elettricità statica.
  • Per essere efficaci, sono necessarie da 3 a 6 palline per l’asciugatura. Basta gettarle nell’asciugatrice prima che inizi il ciclo di asciugatura e recuperarle successivamente. Queste palline possono essere utilizzate più volte fino a quando non si consumano.

I vestiti che non sono ideali per gli ammorbidenti

L’idea degli ammorbidenti e della rimozione delle cariche elettrostatiche sembra piuttosto buona, perché i capi escono freschi dall’asciugatrice.

Tuttavia, non tutti i tessuti sono adatti agli ammorbidenti. Anziché migliorare la durata dei tessuti, gli ammorbidenti potrebbero danneggiarli.

Ecco un elenco di capi con cui non si può usare l’ammorbidente.

  • Vestiti in microfibra: l’uso di ammorbidenti su questi tipi di indumenti potrebbe danneggiare la loro capacità di assorbire le fuoriuscite e di trattenere la polvere, mentre è proprio questo il loro scopo principale.
  • Abbigliamento sportivo per atleti: L’abbigliamento sportivo deve essere in tessuto traspirante per creare un effetto di raffreddamento durante la sudorazione. Gli ammorbidenti riducono l’efficacia dell’effetto di raffreddamento fornito dall’abbigliamento sportivo.
  • Biancheria da letto per bambini: I pigiami per bambini sono progettati per essere resistenti alle fiamme secondo i normali standard sanitari. Tuttavia, gli ammorbidenti sembrano ridurre la resistenza alla fiamma della biancheria da letto per bambini. Non è quindi consigliabile utilizzare ammorbidenti sulla biancheria da letto per bambini.
  • Asciugamani: Gli asciugamani sono fatti per essere super assorbenti. Ma l’uso di ammorbidenti quando si lavano gli asciugamani riduce la loro capacità di assorbire l’acqua. Quindi tenete gli ammorbidenti lontani dai vostri asciugamani!

Lascia un commento