Come pulire i cuscini senza lavatrice

È importante mantenere pulite le lenzuola. Il materasso, le lenzuola e i cuscini devono essere puliti il più spesso possibile.

Spesso prestiamo attenzione alle lenzuola e alle fodere dei cuscini, trascurando il cuscino stesso. È interessante notare che i cuscini ospitano molti batteri.

Considerando che è qui che appoggiamo la testa ogni volta che facciamo un pisolino sul nostro letto, è importante che i nostri cuscini siano tenuti puliti.

Quando si lava un cuscino, è probabile che rimanga pulito per alcune settimane. In seguito, i batteri aumentano rapidamente nel cuscino.

Perché è importante lavare i cuscini

L’uso di un cuscino sporco e pieno di batteri può causare irritazioni alla pelle e, in alcuni casi, problemi respiratori. Questo sottolinea già il motivo per cui i cuscini devono essere lavati più spesso.

Si consiglia di lavare il cuscino ogni 3-5 mesi. Il modo in cui lavare il cuscino dipende dal tipo di cuscino e dal suo materiale.

I cuscini sono generalmente realizzati in cotone, memory foam, piume o materiale sintetico. E ogni materiale non deve essere lavato allo stesso modo.

Ad esempio, i cuscini in memory foam devono essere lavati con cura per evitare che perdano la loro forma.

Detto questo, è facile buttare il cuscino in lavatrice e liberarsi dalla fatica di lavarlo a mano.

Tuttavia, l’agitazione vigorosa a cui sarà sottoposto il cuscino in lavatrice potrebbe danneggiarlo, soprattutto se è realizzato in materiale delicato.

Alcuni cuscini possono essere lavati in lavatrice senza subire danni. Tuttavia, è importante controllare le indicazioni di lavaggio del cuscino.

Tuttavia, lavare a mano il cuscino è ancora il modo più sicuro per lavarlo, soprattutto se è in memory foam.

Lavando a mano il cuscino, il suo aspetto sarà sempre fresco e durerà più a lungo. È interessante notare che non è così laborioso come si potrebbe pensare. Seguendo alcuni accorgimenti si può facilmente ottenere un cuscino fresco e pulito.

Nel caso in cui la vostra lavatrice si rompa o non sia disponibile per l’uso, invece di rimandare il lavaggio del cuscino, potete procedere al lavaggio a mano. Vi mostriamo come fare.

Lavare a mano un cuscino

L’uso del detersivo per lavare gli oggetti con le mani potrebbe irritare la pelle, soprattutto se si ha una pelle sensibile.

È quindi consigliabile lavare il cuscino indossando guanti di plastica per evitare irritazioni della pelle. Ecco i passaggi da seguire:

Fase 1: Spolverare il cuscino

  • Rimuovere la fodera dal cuscino. Questa può essere lavata separatamente. Si può anche usare una lavatrice per pulirlo.

Tuttavia, prestate attenzione al tipo di materiale. Le fodere dei cuscini realizzate con materiali delicati è meglio lavarle a mano.

  • Tornando ai cuscini, è necessario eliminare i detriti e la sporcizia che potrebbe essere rimasta incastrata nel tessuto esterno del cuscino. Si tratta di polvere, cellule morte e capelli.
  • Per farlo, spolverate il cuscino tamponandolo con le mani. Applicare una forza sufficiente per rimuovere lo sporco dalla superficie del cuscino.
  • Spolverare il cuscino lo rende più facile da lavare e pulire. Altri batteri presenti all’interno del cuscino stesso verranno eliminati durante il processo di lavaggio.

Fase 2: Mettere a bagno il cuscino

L’ammollo del cuscino è un passaggio fondamentale per il suo lavaggio. Rende molto più semplice la fase di lavaggio a mano.

  • In primo luogo, utilizzando l’acqua calda in questa fase si eliminano i batteri che vivono all’interno del cuscino. Questo è importante per disinfettare il cuscino.

L’acqua calda utilizzata per l’ammollo aiuta anche a smacchiare il cuscino, rendendolo più facile da lavare a mano.

Per mettere a bagno il cuscino, è necessario un bacino di grandi dimensioni. Meglio ancora, si può usare una vasca da bagno e mettere un tappo allo scarico per trattenere l’acqua all’interno della vasca.

  • Riempite la vasca di lavaggio con acqua calda, assicurandovi che la quantità d’acqua sia giusta per garantire che il cuscino sia completamente sommerso.
  • Prima di mettere il cuscino nella vasca di lavaggio, aggiungere circa due cucchiai di detersivo liquido. Assicuratevi che il detersivo si sciolga e si mescoli bene nell’acqua. Potete usare un mestolo di legno per agitare un po’ l’acqua calda in modo che il detersivo si sciolga correttamente.

Al posto del detersivo liquido si può usare anche il detersivo in polvere, ma bisogna assicurarsi che si sciolga correttamente in acqua.

  • Successivamente, posizionare il cuscino all’interno della vasca da bagno. Assicuratevi che il cuscino sia completamente immerso nell’acqua. Lasciatelo in acqua per circa 25-30 minuti.

Questo tempo è sufficiente perché la combinazione di detersivo e acqua calda penetri nel cuscino e distrugga i batteri al suo interno.

Fase 3: lavare il cuscino

Lasciare raffreddare l’acqua calda utilizzata per immergere il cuscino. A quel punto il cuscino dovrebbe essere pronto per essere lavato.

È importante fare attenzione alla tecnica di lavaggio a mano, soprattutto se si tratta di un cuscino delicato. È necessario lavarlo con cura per evitare che si danneggi.

  • Per lavare il cuscino, eliminare l’acqua utilizzata per l’ammollo iniziale. Riempire quindi la vasca con acqua fresca o tiepida.
  • Versare la giusta quantità di detersivo nell’acqua e agitare con la mano per assicurarsi che il detersivo si sciolga correttamente.
  • Aggiungete pochissimo detersivo. In effetti, si può fare a meno di aggiungere detersivo, se la quantità di detersivo aggiunta durante l’ammollo del cuscino è sufficiente. Una parte del detersivo sarà assorbita dal cuscino.
  • Immergere il cuscino nella vasca da bagno. Premete il cuscino con la mano e assicuratevi che sia completamente immerso nell’acqua.
  • Impastare delicatamente il cuscino con le mani. Fate attenzione a non piegare o torcere il cuscino, soprattutto se è di un materiale delicato.
  • Man mano che si impasta il cuscino, lo sporco al suo interno viene strofinato verso i bordi del cuscino. Di tanto in tanto, capovolgete il cuscino per impastare l’altro lato.
  • Agli angoli e ai bordi del cuscino, spremere delicatamente lo sporco che si è accumulato in quel punto a causa della pressione esercitata.
  • Per quanto possibile, il processo di lavaggio a mano deve avvenire con il cuscino immerso nell’acqua. Questo è il modo migliore per una pulizia efficace.
  • Durante il lavaggio, è necessario sostituire l’acqua e il detersivo circa 3-4 volte fino a quando l’acqua non diventa più limpida. Ciò indicherà che tutto lo sporco presente nel cuscino è stato lavato via.

Assicurarsi che ogni volta che si sostituisce l’acqua la vasca venga pulita a fondo prima di essere riempita di nuovo con l’acqua.

Fase 4: Risciacquare il cuscino

Una volta completato il lavaggio. È necessario eliminare tutto il detersivo dal cuscino. A tal fine è necessario risciacquare il cuscino. Se il detersivo rimane nel cuscino dopo il lavaggio, potrebbe causare irritazioni agli occhi e alla pelle quando il cuscino viene utilizzato.

  • Per eliminare il detersivo dal cuscino, innanzitutto strizzare delicatamente l’acqua in eccesso dopo aver lavato il cuscino. In questo modo la maggior parte del detersivo dovrebbe essere eliminata.
  • Sostituire l’acqua della vasca con acqua fresca e pulita.
  • Tenete il cuscino sotto l’acqua e strizzatelo delicatamente per eliminare il detersivo presente nel cuscino. Questo processo di risciacquo richiederà molto tempo perché il detersivo è penetrato in profondità nel cuscino e ci vorrà del tempo per farlo uscire completamente.
  • Dopo un po’ di tempo, potete mettere il cuscino sotto un rubinetto di acqua corrente e strizzarlo delicatamente per eliminare altro detersivo. Riempite nuovamente la vasca con acqua pulita e immergetevi il cuscino.
  • Premete delicatamente il cuscino sott’acqua e verificate se si forma una schiuma. Se l’acqua diventa limacciosa, significa che c’è ancora del detersivo nel cuscino. Potete anche impastare il cuscino per eliminare il detersivo.
  • Sostituire l’acqua il numero di volte necessario fino a quando l’acqua non diventa più umida. Ciò indica che tutto il detersivo è stato eliminato.

Fase 5: asciugatura del cuscino

  • Se il cuscino è realizzato in memory foam, l’asciugatura all’aria è la soluzione migliore. L’uso dell’asciugatrice può distruggere completamente il cuscino. Il calore dell’asciugatrice potrebbe far perdere la forma alla schiuma del cuscino. Inoltre, il cuscino si sbriciola.
  • Dopo aver sciacquato il cuscino, strizzare delicatamente l’acqua in eccesso e asciugarlo al sole.
  • In alternativa, potete posizionare il cuscino su uno stendino in una stanza ben ventilata. Dopo qualche ora, capovolgete la schiuma in modo che l’altro lato si asciughi correttamente.

Trattamento di macchie e odori

Se il cuscino si è sporcato a tal punto da iniziare a puzzare, è necessario eliminare l’odore. A seconda dell’intensità dell’odore, un normale detersivo potrebbe non essere sufficiente per eliminarlo.

  • Un modo per affrontare l’odore è aggiungere bicarbonato di sodio quando si lava il cuscino. Il bicarbonato di sodio è un neutralizzatore naturale degli odori. Non si limita a coprire il cattivo odore, ma neutralizza la fonte dell’odore per eliminarlo completamente.

Quindi, si possono applicare circa 260 grammi di bicarbonato di sodio nella vasca da bagno prima di iniziare il lavaggio a mano.

  • Per dare al cuscino un profumo più gradevole, si possono aggiungere 2 o 3 gocce di olio essenziale all’acqua di risciacquo. Si possono usare oli essenziali come quello di rosa, agrumi, lavanda o rosmarino per dare al cuscino un buon profumo.
  • Se il cuscino ha un odore di vecchio, appenderlo fuori ad asciugare al sole per qualche ora. Lasciate che il cuscino sia esposto alla luce diretta del sole. In questo modo si uccideranno i batteri che causano l’odore e si eliminerà l’odore di vecchio.

Le macchie ostinate non andrebbero via facilmente utilizzando solo il normale detersivo. È necessario aggiungere una miscela di agenti smacchianti mentre il cuscino è in ammollo. Un esempio di miscela di agenti smacchianti potrebbe essere il seguente:

  • Detersivo per bucato in polvere o liquido (1 tazza)
  • Detersivo per piatti in polvere o liquido (1 tazza).
  • Candeggina (1 tazza).
  • Borace (½ tazza).

Innanzitutto, immergere il cuscino in acqua calda. Quindi, mescolare la miscela di detergenti di cui sopra e lasciarla assorbire dal cuscino per circa 30 minuti prima di iniziare il lavaggio. In sostanza, è possibile aggiungere questa miscela di smacchiatori quando si immerge il cuscino in acqua calda per 30 minuti.

Consigli per il lavaggio da tenere a mente

  • Prestare sempre attenzione alle istruzioni per la pulizia del cuscino, che si trovano sull’etichetta della biancheria del cuscino. Seguire le istruzioni di conseguenza.
  • Non lavare in lavatrice cuscini non progettati per il lavaggio in lavatrice. Non asciugare i cuscini non progettati per l’asciugatrice.
  • Alcuni cuscini perdono la forma quando vengono lavati. Questi tipi di cuscini non devono essere immersi nell’acqua. Per questi cuscini, il metodo di cura migliore consiste nel pulirli a campione e farli asciugare all’aria.
  • I cuscini rivestiti in pelle, camoscio, seta e lana non devono essere lavati con acqua. Se lo si fa, si distruggono. Questi tipi di cuscini devono essere puliti in base alle istruzioni di pulizia del materiale.
  • Dopo aver lavato i cuscini. Assicuratevi che i cuscini vengano asciugati il prima possibile. Lasciare che i cuscini rimangano umidi per un po’ non è mai positivo. Il cuscino svilupperà un odore di muffa. Nessuno lo vuole.
  • Inoltre, se non intendete asciugare i cuscini all’aperto, assicuratevi che siano asciugati in una stanza ben ventilata, in modo da non lasciarli umidi troppo a lungo. Potete mettere i cuscini sotto un ventilatore per aumentare la velocità di asciugatura.
  • Se il cuscino è vecchio e non è in ottime condizioni, ad esempio se le cuciture non sono abbastanza resistenti, è meglio farlo pulire a campione.

Non mettete assolutamente un cuscino di questo tipo in lavatrice. I rigorosi cicli di lavaggio potrebbero far crollare il cuscino.

  • Meglio ancora se considerate la possibilità di sostituire i cuscini più vecchi con altri nuovi. In questo modo potrete lavare accuratamente i vostri cuscini e mantenere una migliore igiene.

Lascia un commento